Francesca Targa

fratargaquadro

 

 

 

 

 

 

Il mio rapporto con il teatro è un rapporto d’amore, un amore sensuale e avvolgente sbocciato in un estate di tanti anni fa davanti ad uno spettacolo di burattini al Gianicolo. Da allora non ci siamo più lasciati e la nostra relazione dopo anni di spettacoli, canzoni, didattica e tournee con numerose Compagnie della Capitale, festeggia oggi le nozze d’argento con l’Improvvisazione, così come imprevedibile e imprevisto fu il ns colpo di fulmine!
Il teatro è un caos ben ordinato ed improvvisando si è ogni volta diversi e indefiniti, ma colorati e intensi come i personaggi dipinti da Klimt, nei cui quadri avverto una straordinaria armonia celata dietro una gran confusione di persone, colori e immagini che riflettono il caos mentale nel quale a volte mi perdo con un pizzico di ansia. D’altra parte, come diceva la Duse:
“Il panico arriverà con il talento”

L'imprò come stile di vita